23 Agosto 2017

news

SPECIALE SUAP

00-00-0000 - Sezioni tematiche
SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA´ PRODUTTIVE
GESTITO IN FORMA ASSOCIATA

(ai sensi dell´art. 24 del Decreto Legislativo n. 112/1998)



>>> vai al sito dello SUAP (modulistica, normativa, notizie ed altro ancora)

I comuni di Carini, Capaci e Torretta hanno istituito in forma associata il funzionamento dello Sportello Unico delle Attivit Produttive con deliberazione del Consiglio comunale n. 68 del 20.08.2009 avente per oggetto: "Sportello unico per le attivit produttive gestito in forma associata ai sensi dell´art. 24 del Decreto Legislativo n. 112/1998 e dell´art. 30 del Decreto Legislativo n. 267/2000. Approvazione schema di convenzione".
In data 09.12.2009, la convenzione stata sottoscritta dagli stessi comuni. Successivamente, con propria deliberazione, n. 61 del 25.03.2010, la Giunta comunale ha approvato il regolamento di funzionamento dello SUAP e individuato il personale con profilo tecnico esperto in materia urbanistica ed edilizia e di personale amministrativo esperto in materia di commercio e sanitaria che dovr prestare servizio presso il SUAP e dipendere funzionalmente dal Responsabile dello Sportello Unico gestito in forma associata, incarico assunto dal Responsabile dello Sportello unico delle attivit produttive del Comune di Carini cos come deciso con determinazione sindacale del comune di Carini n. 25 del 01.02.2010, conformemente a quanto stabilito nella convenzione.

L´ACCREDITAMENTO PRESSO IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Lo Sportello Unico Attivit Produttive di Capaci risponde pienamente ai requisiti fissati dalla legge per operare ed stato pertanto iscritto nell´elenco nazionale pubblicato sul portale del Ministero dello Sviluppo Economico.

E´ l´esito della procedura, avviata in seguito all´emanazione del DPR n. 160 del 7 settembre 2010, in base al quale entro il 28 gennaio i Comuni che avevano gi avviato uno Sportello Unico Attivit Produttive, in grado di rispettare i requisiti tecnici minimi, avrebbero dovuto inviare al Ministero dello Sviluppo Economico l´attestazione del possesso di tali requisiti seguendo le indicazioni pubblicate sul sito www.impresainungiorno.gov.it. Il responsabile SUAP Mario Cipriano ha trasmesso, per conto del Comune di Capaci, la documentazione prevista il 28 gennaio scorso ed il Ministero ha dato esito positivo alla pratica il 28 febbraio.

Pertanto il SUAP di Capaci, strutturato in forma associata con i sportelli di Carini e Torretta, risulta ufficialmente accreditato presso il Ministero dello Sviluppo Economico cos come attestato dall´identificativo unico nazionale, N. 700, che gli stato assegnato ai sensi dell´art. 4 comma 1 dell´allegato tecnico al DPR 160/2010.
Ad oggi, il Comune di Capaci, unitamente a Carini e Torretta, e insieme a Palermo e Misilmeri risulta tra i 5 comuni in tutta la Provincia di Palermo, su un totale di 82, ad aver lo Sportello Unico accreditato presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Essere inscritti nell´elenco nazionale pubblicato sul portale del ministero importante perch, in base all´art. 2, comma 1 del DPR 160/2010 (Regolamento di attuazione di quanto previsto dall´art.38 della L.133/2008), il SUAP di "Impresa in un giorno" "l´unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l´esercizio di attivit produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento nonch cessazione o riattivazione delle suddette attivit, ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n.59."


Cosa fa lo Sportello unico per le attivit produttive?

La struttura provvede, attraverso l´unificazione dei procedimenti autorizzatori, al rilascio di un unico provvedimento necessario e sufficiente per l´esercizio di qualsiasi attivit produttiva di beni e servizi e/o per la realizzazione di interventi edilizi funzionali allo svolgimento dell´attivit. L´ufficio inoltre:

- svolge un´attivit di accoglienza e di indirizzo nei confronti dell´utenza, anche prima della presentazione della domanda, al fine di orientare l´utente verso scelte progettuali che siano rispondenti alla vigente normativa;
- fornisce la modulistica e la documentazione per la presentazione delle istanze;
- identifica, sulla base del progetto presentato, i procedimenti interni da attivare.

Qual l´ambito di applicazione del SUAP?

La competenza della struttura riguarda qualsiasi attivit produttiva, ivi comprese le attivit manifatturiere, le attivit agricole, commerciali ed artigiane, le attivit turistiche ed alberghiere, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazione.

Tuttavia, per evitare inutili sovrapposizioni e lungaggini, quando si tratta di un procedimento semplice (con un solo parere da raccogliere o una sola attivit di verifica da espletare), come accade per esempio per la comunicazione relativa a un esercizio di vicinato, l´interessato presenta la pratica direttamente all´ufficio competente.

Quali sono i vantaggi?

Unificazione dei procedimenti autorizzatori vuol dire che l´utente che voglia realizzare uno di questi interventi ha come solo interlocutore pubblico lo Sportello unico, che provvede, dopo aver verificato la legittimit e la fattibilit concreta del progetto, ad ottenere, entro tempi certi e rapidi, gli atti di assenso dagli uffici pubblici competenti, e a rilasciare al richiedente un´autorizzazione finale che tiene luogo di tutte le altre previste dall´ordinamento. Nei casi pi complessi, o anche quando uno degli uffici interessati non risponde nei termini, lo Sportello convoca una conferenza di servizi.
Documenti allegati
Dimensione: 108,32 KB
Dimensione: 333,54 KB
Dimensione: 323,86 KB
"Regolamento recante norme di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione per la realizzazione, l´ampliamento, la ristrutturazione e la riconversione di impianti produttivi, per l´esecuzione di opere interne ai fabbricati, nonché per la determinazione delle aree destinate agli insediamenti produttivi, a norma dell´articolo 20, comma 8, della legge 15 marzo 1997, n. 59."
modificato dal DPR 440/00 (attuale disciplina)

www.teknoinformaticasitiweb.it