10 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

APPROVATO IL REGOLAMENTO PER L´APPLICAZIONE DEL TRIBUTO TARI

05-05-2014 18:39 - News Generiche
IL CONSIGLIO COMUNALE HA ADOTTATO LA DISCIPLINA DELLA TASSA CHE SOSTITUISCE LA TARES INTRODOTTA DALLA LEGGE DI STABILITA´ PER L´ANNO 2014 IN FORZA DELLA PROPRIA POTESTA´ REGOLAMENTARE PREVISTA DALL´ART. 52 DEL D.L. N. 446/1997.


Per effetto dell´entrata in vigore della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013, la legge di stabilità per l´anno 2014, viene istituita la TARI, la tassa destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e che manda in soffitta la TARES approvata dal decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201.

La TARI è una delle tre componenti della nuova IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) approvata con la legge di stabilità 2014, le altre due sono rispettivamente la TASI, sui servizi indivisibili che si applica sui fabbricati, compresa l´abitazione principale, e l´IMU.

Al fine di rendere il più agevole possibile per i contribuenti la lettura e la comprensione della complessa disciplina dei tributi comunali, l´amministrazione comunale ha deciso di approvare separati regolamenti per le suddette componenti della IUC.

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all´articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

Il regolamento adottato dal Consiglio comunale con proprio atto n. 53 del 24/04/2014, ai sensi dell´articolo 52 del decreto legislativo n. 446 del 1997, per quanto riguarda l´applicazione della TARI disciplina tra l´altro:

  • 1) i criteri di determinazione delle tariffe;
  • 2) la classificazione delle categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti;
  • 3) la disciplina delle riduzioni tariffarie;
  • 4) la disciplina delle eventuali riduzioni ed esenzioni, che tengano conto altresì della capacità contributiva della famiglia, anche attraverso l´applicazione dell´ISEE;
  • 5) l´individuazione di categorie di attività produttive di rifiuti speciali alle quali applicare, nell´obiettiva difficoltà di delimitare le superfici ove tali rifiuti si formano, percentuali di riduzione rispetto all´intera superficie su cui l´attività viene svolta.


I contribuenti per il versamento della TARI sono tenuti ad utilizzare l´apposito bollettino postale approvato con decreto ministeriale intestato al Comune di Capaci tesoreria TARSU.

La tassa è liquidata in 6 rate bimestrali, comprensive del tributo provinciale , aventi le seguenti scadenze: 28 febbraio - 30 aprile - 30 giugno - 31 agosto - 31 ottobre - 31 dicembre.

Limitatamente per l´anno 2014, la scadenza delle rate sarà soggetta a variazione in quanto la predisposizione del ruolo non è stata ancora fissata.

LINK CORRELATI
REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI)
APPROVATE LE TARIFFE DEL TRIBUTO TARI

Fonte: R.P.P.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account