13 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

RELAZIONE COMMISSIONE SPECIALE TARSU

07-08-2012 00:51 - News Generiche
CONCLUSO IL MANDATO DELL´ORGANO CONSILIARE PRESIEDUTO DAL CONSIGLIERE COMUNALE PIETRO SANFELICE. L´ATTENZIONE DEI CONSIGLIERI CHE NE HANNO FATTO PARTE È STATA RIVOLTA ALL´ESAME DEI BILANCI ANNUALI DELLA SOCIETÀ ATO PALERMO 1 E ALLO STUDIO DELLA BOZZA DEL NUOVO REGOLAMENTO PROPOSTO DALL´UFFICIO COMPETENTE.


In attesa che la relazione conclusiva dei lavori della Commissione Speciale TARSU sia illustrata al cospetto del Consiglio comunale, il Presidente della Commissione, il consigliere comunale Pietro Sanfelice, con propria nota l´ha reso nota indirizzandola ai vertici dell´Amministrazione comunale, al Segretario generale e al Responsabile dell´Ufficio competente.

Di seguito, viene pubblicato il testo integrale del resoconto:

Il sottoscritto Sanfelice Pietro nella qualità di Presidente della Commissione Speciale TARSU, con la presente relaziona i lavori effettuati dalla Commissione Speciale TARSU.

La commissione ha incentrato i lavori su 3 punti:

1. Attento esame dei bilanci della società ATO PALERMO 1;
2. Studio della bozza di regolamento proposta dall´ufficio competente;
3. Possibili soluzioni ed agevolazioni per le attività commerciali ed artigianali che si sono visti aumentati di gran lunga superiore la tassa dei rifiuti.

In ordine al primo punto la Commissione fa notare come i bilanci della società ATO sono cresciuti in maniera sproporzionata di anno in anno e il servizio reso è stato sempre più carente, e che le amministrazioni locali hanno dovuto adeguare i loro bilanci di spesa e tagliare altre voci di spesa per far quadrare i conti.

In ordine al secondo punto la Commissione ha proposto di apportare alcune modifiche alla proposta di regolamento depositata dall´Ufficio TARSU come quelle di

a) Rivedere il pagamento della TARSU per coloro che detengono aree scoperte;
b) Eliminare il pagamento della TARSU secondo le tariffe commerciali dalla data di cessazione dell´attività;
c) Riduzione delle tariffe del 50% per un anno a coloro che intraprendono un´attività nel nostro territorio.

In ordine al terzo punto, la Commissione ha ritenuto incontrare prima della conclusione dei lavori le associazioni di categoria per cercare possibili soluzioni ed agevolazioni per le attività commerciali ed artigianali.

In quella seduta di Commissione, le associazioni di categoria hanno proposto di escludere dalla tassa le superficie occupate da beni strumentali fissi e bullonati (celle frigo, forno per pizzerie, scaffalature); l´applicazione di più tariffe per le attività commerciali, industriali ed artigianali; di paragonare gli immobili con categoria C2 e C6, prive di suppellettili, mobili ed utenze, alle civili abitazioni ai fini del pagamento della TARSU.

La Commissione non ha voluto rivedere le tariffe in quanto non si ha un dato certo se abbassando le tariffe quanto possa incidere sul bilancio comunale, ma che si può fare in secondo tempo, in sede di approvazione delle tariffe in consiglio comunale.

La Commissione, infine, suggerisce all´Amministrazione comunale di non aumentare nuovamente le tariffe ma di scoprire tutti coloro che evadono tale tributo.

Fonte: U.R.P.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account