20 Gennaio 2019

uffici

Albo Pretorio, Notifiche e Protocollo Generale

AREA I - Affari Generali
# UFFICIO DEL PROTOCOLLO GENERALE #


Lo sportello dell´Ufficio Protocollo ritira:
- la corrispondenza indirizzata all´Amministrazione comunale
- le offerte per le gare d´appalto (licitazioni - trattative - appalti concorso)
- le domande di partecipazione ai pubblici concorsi e alle selezioni.
A richiesta si rilascia ricevuta o timbro di ricezione sulla copia esibita.

Presso l´Ufficio Protocollo vengono depositati, ai fini del ritiro, gli atti giudiziari notificati ai cittadini dagli Ufficiali Giudiziari e dai Messi Notificatori, secondo le modalità previste dalla legge. Viene inoltre depositata e consegnata la corrispondenza indirizzata ai cittadini residenti nella CASA COMUNALE (senza fissa dimora).

L´Ufficio Protocollo è l´unico ufficio abilitato al ritiro della corrispondenza presso l´Ufficio Postale, ne cura lo smistamento agli uffici competenti.

L´Ufficio Protocollo è responsabile della tenuta del registro di Protocollo Generale, mediante un sistema informatico di gestione documentale.

L´Ufficio Protocollo gestisce il Servizio di consegna e ritiro della posta interna di tutti gli uffici periferici del Comune.



# UFFICIO DELL´ALBO PRETORIO #


ALBO PRETORIO è il luogo in cui vengono affissi tutti quegli atti per i quali la legge impone la pubblicazione come condizione per acquistare efficacia e quindi produrre gli effetti previsti.
L´attività dell´ALBO PRETORIO consiste nella pubblicazione delle categorie di atti sotto elencati: di tale attività si dà conto attraverso l´apposizione del referto di pubblicazione.

La pubblicazione è requisito di efficacia degli atti, in quanto essi, pur perfetti, non producono gli effetti loro propri finché non è stata eseguita la pubblicazione nei tempi e nei modi prescritti:

  • deliberazioni, ordinanze, determinazioni, avvisi, manifesti, gare, concorsi e altri atti del Comune e di altri enti pubblici, che devono essere portati a conoscenza del pubblico come atti emessi dalla pubblica amministrazione;

  • avvisi di deposito alla casa comunale di atti finanziari e delle cartelle esattoriali;

  • alcuni importanti provvedimenti (piani urbanistici, del commercio, del traffico,ecc.) vengono depositati presso l´ufficio segreteria a disposizione del pubblico;

  • infine, alcuni particolari atti riguardanti privati cittadini, come il cambio di nome e/o cognome.



# UFFICIO NOTIFICHE #


L´ufficio notifiche, composto da messi comunali e da personale amministrativo, provvede a:

  • registrazione con numero progressivo degli atti di cui gli uffici comunali o qualsiasi altra amministrazione abbiano chiesto la notifica;

  • notifica ad opera dei messi comunali;

  • restituzione all´ufficio richiedente degli originali degli atti notificati.


§ LA NOTIFICA DELL´ATTO §


Un gran numero di atti delle pubbliche amministrazioni acquista efficacia solo quando viene portato a conoscenza formale del destinatario.
Uno dei modi in cui ciò si realizza è attraverso la notifica dell´atto, che viene eseguita secondo particolari modalità ad opera di uno degli agenti notificatori previsti dall´ordinamento, e cioè: ufficiali giudiziari, messi comunali, messi del giudice di pace, messi speciali dell´agenzia delle altre, messi dell´esattoria, personale di ditte esterne a cui tale compito è stato affidato a seguito di apposita gara di appalto, oppure attraverso il servizio postale.
La notifica dell´atto si realizza in base agli artt.- 137-145 del codice di procedura civile, che prevedono che il messo si rechi presso la casa di abitazione (o anche presso il luogo di lavoro) e consegna l´atto o al destinatario o a persone di famiglia o addette alla casa. Al destinatario viene lasciata una copia dell´atto con, in calce, la relazione di notifica.
Talvolta né il destinatario né queste persone vengono rinvenute e quindi il messo procede a notificare l´atto attraverso il deposito dello stesso presso la CASA COMUNALE (art. 140 codice di procedura civile). Il messo avverte il destinatario lasciandogli un avviso in cassetta postale ed inviandogli un secondo avviso con raccomandata AR. La notifica si considera eseguita il giorno del deposito alla CASA COMUNALE.
Può anche succedere che il destinatario si sia reso irreperibile: in tal caso, la notifica viene eseguita lo stesso (art. 143 codice di procedura civile) depositando l´atto alla CASA COMUNALE: la notifica si ha per eseguita, nei confronti del destinatario, il ventesimo giorno successivo al deposito.
Regole particolari sono infine poste per le persone giuridiche (art. 145 codice di procedura civile) e per gli atti emessi dagli uffici dell´Agenzia delle Entrate (DPR n. 600 del 23 settembre 1973).
In ogni caso, il messo comunale certifica la notifica dell´atto - indicando il modo in cui l´atto è stato consegnato, la data, il luogo, il nome del consegnatario, ovvero i motivi che hanno portato al deposito in CASA COMUNALE - nella relazione di notifica, che è apposta in calce all´atto stesso e che viene firmata dal messo.
In omaggio alla privacy, ogniqualvolta un atto sia notificato con consegna a persona diversa dal destinatario, viene inserito in busta chiusa e sigillata e la persona che prende in consegna l´atto firma una ricevuta.


§ CASA COMUNALE §


Qualora il messo comunale o l´ufficiale giudiziario o il messo speciale dell´Agenzia delle Entrate o il messo dell´Esattoria, non può consegnare l´atto (a causa di assenza del destinatario e delle altre persone cui l´atto potrebbe essere consegnato, ovvero per rifiuto di queste ultime) deposita l´atto stesso presso la Casa Comunale, affiggendo un avviso di deposito alla porta ed inviandogli un secondo avviso con raccomandata AR. A seguito di detto avviso, l´atto può essere ritirato presso la Casa Comunale o da parte del diretto interessato o da parte di un suo delegato, presentando la documentazione di sopra elencata.

Normativa di riferimento (Codice di procedura civile artt. 137 - 150 e leggi speciali).

Gli atti depositati alla Casa Comunale possono essere ritirati o dal destinatario oppure da persona da lui delegata.

Se intestatario dell´atto, occorre presentare:
1. l´avviso di deposito;
2. un proprio documento di identità in corso di validità.

Se persona delegata dall´intestatario dell´atto, occorre presentare:
1. l´avviso di deposito;
2. un proprio documento di identità in corso di validità;
3. la delega in carta libera firmata dall´intestatario dell´atto.
Orario
da lunedì a venerdì: 09.00 - 13.00
lunedì: 16.00 - 17.00
Indirizzi e recapiti
indirizzo: via Umberto I° (p.t. Palazzo Municipale)

recapiti telefonici:
091.8673302 Dirigente
091.8673104/08 Uffico Protocollo
091.8673105 Ufficio Notifiche ed Albo Pretorio

fax: 091.8671260

e-mail: [pec: protocollo.comunecapaci@pec.it]
Responsabile

www.teknoinformaticasitiweb.it
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata